Cosa significa “diventare grandi”?

Cosa vogliamo trasmettere ai nostri figli, ai nostri alunni, ai nostri collaboratori quando siamo con loro?

Se dovessi condividere un insegnamento, una lezione di vita imparata affinché chi ti ascolta sia ispirato ad essere un adulto responsabile, quale sarebbe ?

 

La missione di un educatore è quella di rendere il bambino autonomo e libero da dipendenze affettive, psicologiche e materiali.

Il nostro compito è quello di “creare”piccoli leaders che sappiamo vivere in modo sereno e responsabile e convivere in modo pacifico e attivo nella società.

 

La domanda sorge spontanea: come si fa?

Educando a diritti, doveri, comunità e condivisione, contributo sociale e connessione con l’altro. Favorendo soft skills che sviluppino competenze sociali e civiche.

 

Da soli si va veloce, ma insieme si va più lontano!

 

Per stare insieme, servono regole, linee guida che valorizzano ciascuno e coinvolgano tutti.

Principi in cui la somma degli addendi è molto di più. 

Questa è la sinergia. 
Questa è la leadership .

 

La valorizzazione di ogni singolo elemento per rendere il gruppo esponenziale, ottenendo risultati condivisi e straordinari.

 

Il Lab di cooperazione sinergica permette al gruppo classe o semplicemente ad un team di bambini di imparare a stare insieme, ecco perché sono essenziali nella scuola o in qualsiasi struttura ludico-educativa. Ed ecco perché vanno bene per qualsiasi età.

 

Saper convivere e condividere è il fattore chiave per stare bene nella vita, poiché in fondo, ognuno di noi, come dice Roberto Benigni "ha bisogno di due cose: amare ed essere amato".

Il riconoscimento sociale, aumenta sicurezza e autostima. Inoltre sviluppa soft skills essenziali alla crescita quali: resilienza, autonomia, creatività, problem solving e leadership.

 

Per la fascia 0/6 abbiamo pensato al modulo “favole da leader “: attraverso delle fiabe si creano spunti di laboratorio creativo e condivisione sullo “stare insieme “.

 

Intorno ai 7/9 anni, la consapevolezza del bambino e lo sviluppo del pensiero logico e critico gli permettono di poter generare maggiore consapevolezza e, soprattutto, di essere cosciente che il proprio comportamento può influenzare anche gli altri oltre che sé stesso.

 

APPROFONDIMENTO SULLA COOPERAZIONE SINERGICA 

Per riuscire a vedere la crescita con l’altro, la mentalità necessaria è quella dell’abbondanza, dell’opportunità, dell' “1+1=3”.

I copioni che viviamo e il modus educandi spesso sono il contrario: scarsità, “non ce n’è per tutti”, invidia per i successi altrui, continui confronti, poca praottività, giudizio e competizione insana...

L’abbondanza è sincera gratificazione per il successo altrui, è senso di realizzazione, è gioia per tutti. L'abbondanza è un allenamento mentale, più che un apprendimento tecnico. Si inizia a pensare in questo modo e, lentamente si prova a interiorizzare questi concetti (atteggiamento vinco/vinci).  L’ambiente favorevole si crea sin da piccoli stimolando questa mentalità. Come? Escogitando attività cooperative e giochi, condividendo questa mentalità e spiegando perché alcune volte è importante trovare un accordo condiviso.

Per il team diventa una vera e propria modalità operativa di successo: chiarire ruoli, compiti e chi fa cosa e quando elimina discussioni e imprecisioni.

Occhio però! È necessario un training lungo per educare a questa mentalità poiché il nostro imprinting potrebbe essere poco allenato. 

Altro mantra della cooperazione sinergica è "prima cerca di capire e poi fatti capire".

Rimango spesso stupita da quanti anni si passano ad imparare a leggere, scrivere, parlare e di quanto poco tempo si dedichi ad ascoltare. Chi ci insegna?

E’ dal carattere che traspare la comunicazione empatica, ossia l'ascolto attivo e aperto con l’intenzione di capire. Il carattere è lo strumento di fiducia/sfiducia nella costruzione della relazione. 

La cooperazione sinergica è creativa poiché genera nuove opportunità e soluzioni dalle difficoltàCrea nuove alternative ed è l’essenza della leadership basata su principi della genitorialità. Essa significa che l’intero è più’ grande della somma delle due parti.

 

Il processo creativo è quello più difficile perché non sappiamo dove ci porterà quindi ci vuole sicurezza enorme in sé stessi e consapevolezza dell’incertezza nell’ affrontare un viaggio verso "nowhere": “1+1+=3” 

LA SINERGIA NELLA SCUOLA 

Essa dimostra se l’insegnante e gli studenti sono davvero aperti allo scambio e alla creazione.

Il brainstorming, il circle time, le condivisioni e i piccoli gruppi d studio e confronto sono esempi innovativi di questo approccio.

L’insegnante, attraverso questa modalità può incoraggiare l’apertura all’altro, facendo uscire in modo trascendentale emotività e storie personali con cui creare esperienze nuove. 

Apprezzare le differenze è l'essenza della sinergia.

La chiave è comprendere che ognuno ha la sua "mappa" e mettersi nell’ottica che entrambi hanno ragione.

Quando mi accorgo della differenza nel modo di percepire, dico: "bene, tu la vedi diversamente, aiutami a capire come lo percepisci.

Se due persone hanno la stessa opinione, una non serve. Se una è diversa, si crea 

  

I percorsi 0/6 anni hanno l’obiettivo di:

  • sviluppare auto-consapevolezza emotiva 
  • creare esperienze emozionali guidate educando alla condivisione in gruppo 
  • sviluppare la cultura della condivisione ,dell’ascolto attivo 

I percorsi 7/12 anni hanno l’obiettivo di:

  • sviluppare auto-consapevolezza emotiva 
  • creare esperienze emozionali guidate educando alla condivisione in gruppo 
  • sviluppare empatia e condivisione, ascolto attivo e comunicazione non violenta
  • educare alla diversità e all’integrazione
  • sviluppare leadership 
  • prevenzione bullismo 
  • aiutare i partecipanti ad essere TEAM, attraverso ruoli, compiti e obiettivi.

 

I percorsi 13/18 anni hanno l’obiettivo di:  

 

  • sviluppare autoconsapevolezza emotiva 
  • creare esperienze emozionali guidate educando alla condivisione in gruppo 
  • sviluppare empatia e condivisione, ascolto attivo e comunicazione non violenta
  • aiutare i partecipanti ad essere TEAM attraverso ruoli, compiti e obiettivi 
  • educare alla diversità e all’integrazione
  • sviluppare leadership 
  • prevenzione bullismo 
  • raggiungere risultati individuali più alti e quindi, nel gruppo, sinergici e di maggiore entità
  • generare responsabilità sociale e sviluppare competenze civiche  
  • educare alla connessione, al contributo, alla “cultura del dare”

I NOSTRI PRINCIPI

Educaction ha una ”valigia sinergica”. 

Al suo interno vi sono strumenti e indumenti di viaggio indispensabili per affrontare e vivere le varie opportunità che si presenteranno nella crescita. Sono principi a cui ci ispiriamo e che respirano i mentori, gli studi e tutte le nostre esperienze nel settore.

 

1. “IO TI VEDO”

Avete visto il film Avatar? Se non l’avete fatto, ve lo suggerisco.

C’è un concetto chiave che si sintetizza nelle parole "io ti vedo", inteso come: ti riconosco, ti rispetto e sono con te. Ognuno di noi ha il bisogno di essere riconosciuto di sentirsi parte del gruppo. Quindi iniziamo noi per primi a “guardare” l’altro come noi vogliamo essere visti dal mondo.

 

2. 1+1=3 

Semplice da ricordare. Più complicato da applicare. Davanti ad un’idea diversa, cogliamo l’opportunità di crescita. Accogliamo la diversità e apprezziamone la sua partecipazione. 

Se io ti regalo un dollaro e tu mi dai un dollaro, torniamo a casa con due dollari.  Se io ti do un’idea e tu mi dai un’idea, torniamo a casa con infinite possibilità!!

 

3. LEADERS ARE READERS 

Il mondo ha bisogno di persone sicure di sé che prendano in mano situazioni difficili e siano responsabili. La leadership è una competenza che è molto richiesta proprio perché ci sarà sempre più necessità di “andare per primi “ .

Questa capacità si apprende leggendo, studiando e facendo esperienze.

In questo mantra c’è il senso del “dare valore “ alla cultura, alla conoscenza e alla consapevolezza.

 

4. LE PAROLE SONO FRECCE

...possono salvare o possono fare male. Ricordiamoci che quando scocchiamo una parola essa, parla al cuore. Può avere la punta calda dell’ amore e della gentilezza, oppure il fiele letale dell’offesa e dell’aggressività.

Chiediamoci sempre, "prima di tendere l’arco", cosa voglio comunicare, in che modo e quanto è utile dire questa cosa.

 

 

METODOLOGIE E MENTORI

I nostri lab trovano le radici in uno studio attento del cooperative learning, della negoziazione strategica e della leadership.

Alcuni autori di riferimento:

I precursori: 

  • Piaget, Vygotsky, Skinner, D.Johnson,Kagan per l’apprendiemnto cooperativo 
  • William Uri per la negoziazione e mediazioni conflitti
  • Buzzi I., Haynes J.M. per l'introduzione alla mediazione familiare
  • Robert Dilts per la leadership  

 

Contaminazioni:

  • Pedagogia dei Talenti 
  • Pedagogia Clown 
  • Teatro Vigosky 

Metodi: 

 

  • Brainstorming ed apprendimento esperienziale  
  • Cooperative learning
  • Coaching educativo
  • Condivisione e Circle time  
  • Tecniche di leadership scolastico  

A CHI SI RIVOLGE?

  • ai bambini di ogni ordine scolastico: nidi d’infanzia, scuola primaria e secondaria, strutture ludico-ricreative (ludoteche, atelier di gioco e spazi per famiglie, ciaf e punti di aggregazione) 
  • a gruppi di  genitori o a coppie in dolce attesa che vogliono imparare e crescere con le emozioni 
  • insegnanti, educatori ed esperti di settore che vogliono migliorare le proprie emoziona skills per comunicare in modo più efficace con colleghi, genitori e bambini.

QUALE PERCORSO?

Educaction è una sartoria: ci sono tutti gli strumenti e gli argomenti possibili che ruotano attorno all’educazione. Il percorso lo costruiscono le persone che ci contattano. 

Crediamo profondamente che, come ogni persona sia unica, ogni gruppo di lavoro sia altrettanto straordinario, fuori dall’ ordinario, con i suoi aspetti critici, le sue funzionalità e organizzazioni particolari e, soprattutto, con le sue esigenze.

Quando ci contatterai, saremo noi a prenderti le misure per il tuo “abito” educativo: attraverso un intake gratuito, ossia un incontro frontale, in cui racconti i tuoi bisogni e i tuoi obiettivi, formuleremo un progetto ad hoc e cucito apposta per te.

L’attenzione e la cura dei dettagli, nell’educazione, fanno quella sottile differenza che distingue un progetto pre-stampato e uguale per tutti, da un percorso di trasformazione in cui si raggiunge il risultato che si vuole ottenere.

 

CHI E' L’ESPERTO CONDUTTORE? 

L’EDUCA-COACH è la figura che noi di Educaction abbiamo coniato e che unisce, anzi, fonde assieme più professionalità e competenze che, attraverso un percorso di formazione specifico (la nostra Educaction Academy) sviluppano un professionista davvero particolare.

I nostri Educa-coach sono:

Educatori professionali e Coach esperti in:

  • Comunicazione positiva non violenta
  • Pedagogia / Educazione strategica
  • Cooperazione sinergica 
  • Animazione teatrale 
  • Intelligenza emotiva
  • Negoziazione e gestione di conflitti 

COME CONTATTARCI ?

 

Compila il modulo che trovi qui sotto oppure scrivi a info@educaction.net oppure whatsapp (347 6688748) descrivendo quali sono le esigenze.

Scarica la presentazione
Scarica la presentazione

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti