· 

MAMMA TI ODIO!!!

TEMPO DI LETTURA: 6 MINUTI

Se non hai tempo o stai guidando, scarica e ascolta la versione audio.

Download
Ascolta la versione audio del BLOG!
WhatsApp Audio 2019-11-27 at 12.20.11.mp
File audio/video MP4 6.6 MB

"MAMMA, TI ODIOOOOO!"

 

E le “O” non trovano spazio nemmeno in una newsletter.

Una frase che, spero, tu abbia sentito una volta...massimo due.

E se sono di più, fa niente. Sono parole che fanno male, ma non sono vere, lo sai.

Eppure, pronunciate tra le lacrime inondanti e le urla strazianti di un bambino senza pace, feriscono come frecce...colpiscono il nostro cuore di mamma che è tanto grande quanto fragile.
Allora, che fare?
Come riuscire ad evitare questi sassi scagliati a tradimento?
E’ una sfida, una battaglia in cui lo scudo della pazienza e l’elmo dell’amore possono non bastare.

E’ necessaria un’arma potente: la consapevolezza.

Quella saggezza misto intuizione fatta di conoscenza ed esperienza.
Quella attitudine mentale che trasforma le emozioni in azioni, comportamenti, parole...
Sì cara mamma, sono le parole il frutto lento e paziente di una cura quotidiana fatta di esempio, determinazione e chiarezza.


Ti faccio una domanda: cosa ti caratterizza come mamma? 
Quali sono i valori che hai e quali vorresti trasferire a tuo/a figlio/a?
Io me lo sono chiesto la prima volta, 4 anni fa, e sono mamma da 10!
Ho iniziato un percorso di crescita in cui, non mi vergogno a dirlo, sono diventata adulta!
"Manuela, vuoi dirmi che eri ancora una bambina?"
Si! Lo siamo sempre un po’ tutti, ed è bello così!

Essere genitori è un passaggio evolutivo che ci trasforma, ci stravolge e ci costringe a diventare grandi, maturi e CONSAPEVOLI.

"MAMMA, TI ODIOOOOO!"

 

E le “O” non trovano spazio nemmeno in una newsletter.

Una frase che, spero, tu abbia sentito una volta...massimo due.

E se sono di più, fa niente. Sono parole che fanno male, ma non sono vere, lo sai.

Eppure, pronunciate tra le lacrime inondanti e le urla strazianti di un bambino senza pace, feriscono come frecce...colpiscono il nostro cuore di mamma che è tanto grande quanto fragile.
Allora, che fare?
Come riuscire ad evitare questi sassi scagliati a tradimento?
E’ una sfida, una battaglia in cui lo scudo della pazienza e l’elmo dell’amore possono non bastare.

E’ necessaria un’arma potente: la consapevolezza.

Quella saggezza misto intuizione fatta di conoscenza ed esperienza.
Quella attitudine mentale che trasforma le emozioni in azioni, comportamenti, parole...
Sì cara mamma, sono le parole il frutto lento e paziente di una cura quotidiana fatta di esempio, determinazione e chiarezza.


Ti faccio una Domanda: cosa ti caratterizza come mamma? 
Quali sono i valori che hai e quali vorresti trasferire a tuo/a figlio/a?
Io me lo sono chiesto la prima volta, 4 anni fa, e sono mamma da 10!
Ho iniziato un percorso di crescita in cui, non mi vergogno a dirlo, sono diventata adulta!
"Manuela, vuoi dirmi che eri ancora una bambina?"
Si! Lo siamo sempre un po’ tutti, ed è bello così!

Essere genitori è un passaggio evolutivo che ci trasforma, ci stravolge e ci costringe a diventare grandi, maturi e CONSAPEVOLI.

 

Ecco perché i problemi quotidiani, che io chiamo sfide avventurose, sono il lievito madre di un buon pane fatto di acqua pura (amore), farina doc (conoscenze e competenze) e sale di qualità (esperienza).
Come si fa con il lievito madre, ogni giorno questa ricetta va aggiustata e controllata e verificata.
Perché come ogni organismo vivente, cambia, si evolve… e cresce.

 

Abbiamo pensato ad un workshop interattivo e concreto in cui tutto questo sia

  1. AZIONE
  2. CONFRONTO
  3. CONDIVISIONE
  4. SOLUZIONE.

 

Perché le informazioni sono ovunque… è la pratica che manca!!

Oggi voglio regalarti 3 piccoli comportamenti che puoi fare da subito per essere ancora più  consapevole e continuare il tuo percorso di crescita come genitore:

1. ACCETTATI COME SEI 
Sei una donna splendida, una mamma con tante qualità e un essere umano unico che ogni giorno fa del suo meglio per sé e per la sua famiglia.
Può sembrare banale ma troppo poco lo diciamo a noi stesse.
Il primo passo è scrivere 3 caratteristiche positive che ti rendono una mamma speciale e unica...perché questo sei!

2. SCRIVI 3 OBIETTIVI AL MESE DA RAGGIUNGERE IN FAMIGLIA 
Cosa vuoi? Quali sono 3 difficoltà che vorresti risolvere e che ritieni importanti e urgenti?
Prova a pensarci, prenditi 10 minuti al giorno per una settimana e scrivi una lista di cose su cui lavorare!

3. ISCRIVITI AD UN GRUPPO EDUCATIVO 
Far parte di una community di mamme o di persone che parlano di educazione è il modo più semplice e immediato di confrontarsi. Noi abbiamo un gruppo su Facebook ma ne esistono tanti e sono molto “produttivi”. Un solo suggerimento: cercane uno in cui ci siano anche esperti perché tra mamme si parla alla pari, con un professionista si risolve il problema!

Se vuoi iscriverti al nostro gruppo Facebook (Educò) clicca qui!

Siamo tutti bravi a parlare di educazione, ma ad agire e comportarci concretamente abbiamo tutti difficoltà!
Perché? Perché i bambini non sono libri che si leggono, tavoli che si costruiscono prendendo le misure giuste.
I bambini sono vento, sono energia, sono l’esplosione di un seme (come diceva il grande Bruno Munari).
E noi possiamo solo che dare acqua, luce e cura, possiamo aiutarli a crescere attraverso il nostro esempio di maturità e comportamento.

 

Poi, l’albero che verrà fuori, sarà un mistero… magico e inaspettato.
Questo è il bello della vita, questo è il bello dell’educazione.
Questo è il bello dell’essere genitore: un viaggio in cui guidiamo i nostri i figli fino ad una meta e poi, scendendo dall’auto… li lasciamo proseguire da soli verso la LORO STRADA.


Ti faccio i complimenti: il tempo prezioso che hai dedicato ad ascoltare sarà l’investimento più importante per essere più consapevole!


L’educazione è ovunque e riguarda chiunque!

Ti aspetto nel nostro tour Educaction.
Save the date!

A presto,
Emanuela Caiano
Life and family coach
Co-Fondatrice di Educaction

CERCA LA PROSSIMA DATA DEL TOUR EDUCACTION!!

Scrivi commento

Commenti: 0