· 

Programma la strategia digitale: utilizza il calendario editoriale!

Iniziamo con il farci qualche domanda...

 

Cos’è il calendario editoriale?

È semplicemente un modo per dare un senso e un obiettivo alla

tua comunicazione sui social.

Si tratta di programmare IN ANTICIPO e in modo

INTENZIONALE tutti i contenuti che vai a pubblicare nell'arco

di 1 o più mesi.

 

Perché non puoi fare a meno di utilizzare il calendario editoriale dei social media? 

  1. Ti permette di avere una visione di insieme della tua strategia. Quindi tutto ciò che pubblichi ha un obiettivo chiaro e lavori quindi in modo efficace.
  2. Lavori in modo organizzato ed eviti lo stress del non sapere cosa pubblicare.
  3. Riesci a pubblicare in modo più regolare e a creare un insieme di post ricorrenti dando continuità alla tua presenza online e quindi alla fidelizzazione del cliente e a una maggiore credibilità.
  4. Spesso, il lavoro più difficile è quello della scelta degli argomenti e dei contenuti da pubblicare. Questo necessita di concentrazione e focus, quindi se stabiliamo dei tempi ben precisi otteniamo un risparmio del tempo impiegato per produrre e pubblicare i contenuti. Risultato? I tuoi contenuti avranno una maggiore qualità perché hai più tempo per crearli.
  5. Toglie potere all’improvvisazione che, in ambito social, non è molto consigliata (anche per le ragioni scritte sopra)

6 CONSIGLI PER UN CALENDARIO EDITORIALE VINCENTE SUI SOCIAL MEDIA

#1 Non perdere mai date importanti

Un calendario dei contenuti per i social media può aiutarti a tenere traccia di tutte le tue ricorrenze social (senza dimenticare ovviamente le festività più “tradizionali”, come San Valentino, Halloween, Capodanno e così via). Si tratta di una strategia efficace per non perdere opportunità preziose: accrescere la visibilità del tuo brand e massimizzare l’engagement dei follower in occasione di eventi speciali.

Le giornate nazionali, mondiali o le ricorrenze possono fornire idee o ragioni per creare un buon post che sia inerente alla propria professione. 

Oltre a queste, non sono da sottovalutare eventi di tendenza che possono contribuire, con gli hashtag ad aumentare la nostra visibilità.

 

#2 Mantieni una programmazione costante

Condividere contenuti in maniera costante è uno dei modi migliori per accrescere (e mantenere) il numero di follower, non solo su Instagram ma su tutte le piattaforme di social media. E soprattutto per suscitare engagement da parte della tua audience.

Un feed aggiornato almeno un giorno sì e un giorno no (ma meglio tutti i giorni) dimostra ai follower che dedichi la giusta attenzione al tuo profilo, e che la decisione di seguirti non sarà tempo sprecato. Inoltre è la certezza che la tua attività è viva e attiva!

Ma non è tutto: una strategia di condivisione costante significa che gli utenti si abitueranno a interagire con i contenuti regolarmente, contribuendo a coltivare relazioni durature che potranno convertirsi in vendite, ovvero...clienti!

Il calendario editoriale dei social media ti aiuterà, inoltre, ad adottare una strategia di pubblicazione coerente su tutte le piattaforme, permettendoti di pianificare e programmare i post con il giusto anticipo. 

 

#3 Trova il content mix ideale

A nessuno piace la gente che parla solo di sé. E lo stesso vale per i brand sui social media.

Come abbiamo detto tante volte: i clienti sono interessati principalmente ai loro problemi. (Eccezion fatta per la vita segreta di blogger o vip, che però non sono il nostro caso.) Ecco perché l’attività più importante per iniziare il proprio percorso sui social è di creare contenuti di valore che parlino la “lingua” dei tuoi clienti e soprattutto parlino di argomenti di loro interesse.

Certo, i tuoi follower vorranno essere informati sui tuoi servizi o prodotti, ma vorranno anche vedere contenuti di altro tipo, come, ad esempio:

Articoli di approfondimento, video e notizie di settore

Post in cui gli utenti vedono altre persone che hanno provato il tuo servizio

Interazioni personali e risposte a domande

Il modo migliore per individuare un mix di contenuti efficace è effettuare diversi tentativi nel corso del tempo, ma un buon punto di partenza potrebbe essere quello di scegliere 3 tipologie diverse di argomenti da dividere nel mese:

⅓ dei contenuti pubblicati persegue il fine di promuovere la tua attività per generare awareness e/o lead

⅓ dei contenuti proviene da fonti esterne in linea con il tuo business, che possono rivelarsi interessanti per la tua audience

⅓ dei contenuti punta all’interazione diretta con i follower, rispondendo a domande o commenti oppure condividendo le esperienze dei clienti.

Il planning anticipato dei contenuti social permette di creare una strategia di pubblicazione equilibrata per ciascuna categoria. Ma c’è anche un altro vantaggio: in questo modo, non si corre il rischio di “allontanare” i follower con una quantità eccessiva di messaggi autopromozionali.

 

#4 Risparmia tempo

Magari ti starai chiedendo: “Ma la stesura di un calendario dettagliato per tutti i post sui social non aggiunge solo lavoro inutile?”. Indovina? Non solo la risposta è no, ma è proprio vero il contrario.

Se sai già quali contenuti pubblicare, puoi affidarti a strumenti di programmazione dedicati (come Postpickr o facebook stesso) per pianificare i post in anticipo. In questo modo non dovrai più tenere lo sguardo fisso sull’orologio e preoccuparti quando sarai in ferie o troppo preso con altro.

 

#5 Adatta i contenuti alla piattaforma di pubblicazione

Ogni social ha un suo “codice comunicativo” che si distingue da quello degli altri social: anche se la comunicazione del brand deve essere coerente ovunque, dovrebbe essere declinata sulle diverse piattaforme tenendo conto di queste peculiarità.

Per esempio, se su Instagram vengono utilizzati gli hashtag, su facebook, sono pressoché inutili!

Utilizzando il calendario editoriale dei social media potrai redigere in anticipo le varie didascalie destinate a ciascuna piattaforma, partendo dall’originale, senza rischiare di ripeterti o di risultare monotono. Il calendario non è solo uno strumento di planning: è un archivio che conserva tutti i post precedentemente condivisi e sarà il primo a farti notare che hai usato la parola “praticamente” un po’ troppe volte o che quel video col simpatico cagnolino è stato già pubblicato la settimana precedente.

 

#6 Controlla gli insights!

Controlla frequentemente gli insight ottenuti dalle tue pubblicazioni: essi contengono molte informazioni utili per ottimizzare i post futuri

Prova a mettere a confronto la tua programmazione con i dati in tuo possesso per individuare possibili trend. Magari i contenuti condivisi il giovedì ottengono un’attenzione maggiore oppure i tuoi follower su Facebook tendono ad apprezzare particolarmente video da 15 secondi, mentre gli utenti di Twitter preferiscono articoli più lunghi. Ai follower di Instagram potrebbe piacere un post al giorno, mentre i contatti di LinkedIn potrebbero preferirne quattro.

Una volta individuate queste informazioni, potrai continuare a testare e ottimizzare fino a elaborare la strategia di programmazione più adatta a te.

 

Questo potrebbe essere fondamentale se si decide di investire in campagne a pagamento: grazie ai dati, si ha una panoramica dei migliori post i quali potrebbero essere trasformati in post a pagamento.

 

Luisa Mariani

 

Se ti è piaciuto, lascia un commento e vieni a trovarci sulle nostre pagine!

 

Facebook >> https://www.facebook.com/educActionFormazione

Gruppo Educaction-Coaching Club >> https://www.facebook.com/groups/1564211563755092
I
nstagram >> https://www.instagram.com/educaction_formazione/

Scrivi commento

Commenti: 0